Vivere di colori. Oggi Elena tesse le lodi del bianco

Con Elena, la nostra consulente di immagine, stavamo studiando i futuri outfits per me e quindi per i miei armadi e tra una confidenza e un sorriso, ci siamo soffermate a guardare attorno a noi, ai colori che stavano nascendo attorno alle nostre vite e al colore che sentiamo dentro di noi, in questo periodo dell’anno e soprattutto del nostro viaggio.

Abbiamo pensato di rendervi partecipi di quello che in questi giorni ci sentiamo addosso: una marea di colori e profumi, voglia di riprenderci i nostri ritmi, stabilire una interazione con la parte più intima di noi che a volte sfugge.

E’ per questo motivo che abbiamo deciso di partire parlando di bianco, “Bianco. Luce divina”

Io il bianco lo adoro e purtroppo, finora, l’ho indossato ben poco. Ma il bianco è nella mia vita ogni giorno, mi circonda, lo sento dentro di me, lo cerco quando sento di averne bisogno. Tanto a casa, quanto al lavoro, mi sono volutamente circondata di bianco. Mi da una sensazione di benessere e linearità e il risultato di questa ricerca di me nel bianco colore per eccellenza, ve lo mostro in queste foto dei nostri ambienti di lavoro. Ogni dettaglio, l’ho personalmene scelto in base ad un umore, una sensazione, uno stato d’animo che volevo trasparisse in arredo e complementi di arredo. Il bianco ha questo potere, il potere della creazione pura, del riuscire a plasmare e illuminare, di rendere piacevole un ambiente e sentirlo subito tuo e rigenerante, per nulla freddo, mette invece a proprio agio, riscalda il cuore e crea sintonia.

1964880_1539293382961551_1871537085_n 1779079_1539510602939829_1169504271_n 1780791_1539513089606247_644978939_n 1948241_1539513889606167_38059105_n 1921989_1539514386272784_209901636_n 1920477_1539514552939434_1824163717_n

Ma ad Elena ho voluto chiedere di più, di farci da guida perchè il bianco possa colorare anche il nostro corpo e il nostro guardaroba:

Bianco. Luce divina.

Nella potenza di questa affermazione potrei chiudere il post.

Ma immagino che vogliate saperne di più.

Se dovessi scegliere come colorare il mondo io, sceglierei il bianco, perché è senza limiti e confini.
Accecante ma senza ombre.

Essenziale ma non trasparente.

Delicato ma lussuoso.

Il bianco è radice, è viaggio infinito, è silenzio e voce al contempo.

Per me, di tutti i colori, il bianco è l’imperatore: autorevole, lungimirante, guida luminosa.

Sono lontana da chi sostiene che non sia un colore: il non colore è la trasparenza, il bianco, invece, ha identità e corpo visivo potenti.

Pagina bianca su cui scrivere una nuova storia, il bianco segna la possibilità di iniziare a originare, immaginare, personalizzare, impreziosire..

Il bianco permette riti di pura creazione, non da limiti di abbinamento e personalizzazione, sia nell’abbigliamento che nell’arredamento.
Perfetto da usare quando abbiamo bisogno di calma, silenzio, di ricaricare le pile e di prendere “distanze” da situazioni o persone per recuperare oggettività ed equilibrio.

Io, che nel quotidiano, amo molto indossare il nero, scelgo di dormire solo nel bianco: lenzuola, pigiami, cuscini. Questo prezioso rituale mi permette di rigenerare energie e ripulire pensieri. Sarà un caso che io non sappia cosa sia un sonno agitato?

Ogni volta il bianco è un primo appuntamento

Colore trasformista, non esiste il bianco ma si parla di bianchi colorati per indicare sfumature e contaminazioni che questo croma può assumere e sceglierlo a seconda degli effetti che si vogliono ottenere diventa ogni volta una nuova esperienza.
Morbido e corposo è il bianco burro: raffinato abbinato al nero, riscalda i grigi e silenzia i rossi o i fucsia più chiacchieroni.

  
  Glaciale e siderale è il bianco ghiacciato: perfetto per far rallentare un giallo o raggelare un azzurro.

Ipnotico è il bianco ottico: indipendentemente dall’abbinamento, resterà l’indiscusso protagonista di un outfit.

 

 

(fonte http://www.style.com, Giorgio Armani Collection Spring 2015)

(Saint Laurent, Sneakers Court Classic, combinazione di bianchi differenti: bianco ottico, bianco cipria, Argento e Nero, fonte http://www.ysl.com)

Dolcissimo il bianco pan di zucchero: insieme al grigio polvere, al lavanda, al verde salvia e alla palette dei rosa antichizzati, darà un sapore romanticamente provenzale agli abbinamenti. 

  
Mischiare nature di bianchi differenti, caldi e freddi, chiari e scuri, richiede allenamento e sensibilità, ma crea effetti non convenzionali ed elegantissimi, soprattutto se oltre alle tonalità si mescolano anche tessuti differenti.

Nellabbigliamento è autostima e sicurezza

Il bianco scopre, per questo viene più facilmente indossato da persone sicure, che vogliono essere visibili.

Il bianco è un’amplificatore.

Se un outfit è spento gli regala luminosità.

Il bianco aumenta i volumi, usalo con tranquillità per le zone del corpo su cui vuoi creare un focus di attenzione ed evitalo nei punti che vuoi tenere più silenziosi.

Il bianco rende tutto più leggero: i movimenti, i volumi, i tessuti, l’allure di un outfit. Per questo lo prediligiamo in estate.

Pronte per vivere e sperimentare la magia del bianco?

 

(Céline, Autunno Inverno 2013/14, fonte http://www.theglampepper.com)

(spring/summer 2015 Michael Kors, fonte: http://www.theglampepper.com)

2 thoughts on “Vivere di colori. Oggi Elena tesse le lodi del bianco

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s